Le diete mima digiuno stanno ormai spopolando. Nutrizionisti, dietologi ed esperti di tutto il mondo ci propongono la pratica del digiuno intermittente come soluzione ai chili di troppo e metodo depurativo. Abbiamo deciso di indagare per capire cosa sia davvero una dieta mima digiuno e come funziona.

Attenzione: il fai da te non è mai sicuro quando si tratta di cambiare improvvisamente le nostre abitudini alimentari. Perciò l’unico modo sano ed equilibrato per mettere in pratica una dieta mima digiuno è quello di farlo sotto la stretta sorveglianza di un medico.

Il digiuno è, da sempre, una pratica che va ben al di là della dieta. Dalla medicina all’ascetismo, molti considerano il digiuno un metodo per depurarsi. Dal corpo all’anima il passo è breve; perché, si sa, noi siamo quello che mangiamo. La nostra vita frenetica, però, non ci permette di applicare un metodo così restrittivo senza dover fare delle grosse rinunce. È qui che entrano in gioco le diete mima digiuno, una soluzione più soft che servirebbe a risvegliare il metabolismo e a spingere il nostro corpo a usare le riserve di energia che abbiamo messo da parte negli anni, consumando così il grasso in eccesso.

L’obiettivo delle diete mima digiuno

L’idea di base, infatti, è proprio quella di spingere il nostro organismo a intaccare le riserve di grasso e preservare la massa magra; ma entriamo nel dettaglio. Le diete mima digiuno prevedono un periodo di digiuno di 16 ore al giorno, compresa la notte. Non solo, definiscono anche il programma alimentare da seguire nel resto del tempo. Perciò, volendone seguire una, bisognerebbe mangiare soltanto dalle 9 del mattino alle 5 del pomeriggio. Ovviamente, nell’arco di queste otto ore non è consentito consumare tutto ciò che si vuole. Bisogna programmare i pasti in modo regolare e comporli in modo equilibrato per avere lo stesso energia a sufficienza per la giornata.

Per questo motivo, come abbiamo già detto, la presenza di un esperto che segua tutto il percorso è fondamentale.

La dieta mima digiuno di Valter Longo

Una delle diete mima digiuno più seguite a oggi è quella di Valter Longo, biologo e autore di numerosi libri tra cui La dieta della longevità.

La dieta proposta da Valter Longo è un vero e proprio programma alimentare che dura 5 giorni e consiste nell’assunzione di pasti vegetariani che ripartiscono l’apporto nutrizionale in “45% circa di Carboidrati, di cui 9% semplici; circa 45% Lipidi, principalmente insaturi; 9-10% di proteine vegetali.”

Ovviamente, ci sono diversi avvertimenti che accompagnano questo regime. Nei 5 giorni di dieta mima digiuno bisogna, per esempio, evitare luoghi troppo caldi o troppo freddi e attività fisica intensa. Inoltre, questo programma è applicabile soltanto per 5 giorni.

Nuove tendenze alimentari

L’inversione di marcia dai 5 pasti al giorno a 3 pasti completi ed equilibrati è chiara. Idealmente, dovremmo avere il tempo per digerire ogni pasto prima di consumare il successivo; stando però attenti a non cenare troppo tardi e rischiare di non aver digerito prima di addormentarci. Riguardo al regime vegetariano, sicuramente quella di limitare il consumo di carne a favore di una maggiore qualità e sicurezza del prodotto è una tendenza sostenibile che si sta positivamente diffondendo sempre di più.

Condividi