Per cibi integrali si intendono tutti i prodotti fatti con farine integrali. Queste farine, per essere considerate tali, devono provenire da chicchi integri di cereali macinati. Pane, pasta e farinacei di qualunque tipo possono dunque essere fatti con farine integrali. Basta che provengano da chicchi macinati, non ulteriormente lavorati, che presentino tutti e tre i loro componenti: crusca, germe ed endosperma.

Differenza tra alimenti integrali e cibi raffinati

I cibi integrali si distinguono dagli alimenti raffinati per quest’ultima caratteristica. Nei cibi raffinati, infatti, i chicchi da cui provengono le farine vengono lavorati per modificare gusto e modalità di cottura e perdono alcuni dei loro elementi come, ad esempio, la crusca. Negli alimenti integrali, invece, questi processi non vengono fatti e il chicco rimane integro, per l’appunto.

Ci sono poi dei casi in cui molti cibi integrali vengono prodotti con farine raffinate a cui vengono aggiunti di nuovo gli elementi che erano andati perduti nella lavorazione; ma il loro apporto nutritivo (che è poi la differenza maggiore tra integrali e raffinati) non cambia.

Cibi integrali: quali sono?

alimenti-integrali

Possono dunque essere integrali moltissimi tipi di alimenti. A partire dal frumento, dall’avena e l’orzo, si prosegue con la segale, il farro, il mais, l’amaranto, il bulgur e il miglio. Tutti questi cereali possono essere macinati e divenire farine integrali per dar vita ad alimenti integrali in piena regola.

Molti di questi alimenti vengono utilizzati tantissimo anche perché producono farine senza glutine, oltre a garantire un ottimo apporto di proteine.

Proprietà e benefici del cibo integrale

Il cibo integrale proviene da chicchi non lavorati, ma solo macinati, composti ancora di tutti i loro elementi: crusca, germe ed endosperma. È proprio la loro composizione il motivo per cui gli alimenti integrali sono più nutrienti di quelli raffinati e contengono una maggior quantità di sostanze benefiche per il nostro organismo. Questo particolare tipo di alimenti, inoltre, migliora di molto la salute gastrointestinale.

I benefici del cibo integrale sono:

  • maggiori quantità di fibre e crusca
  • alta quantità di vitamine del gruppo B, vitamina E
  • maggiori quantità di sali minerali come ferro, magnesio, zinco, selenio e potassio
  • maggior quantità di acidi grassi
Condividi